Do/Don’t: il trucco permanente

Truccarsi è un piacere, un divertimento, una necessità, ma a volte è un po’ un peso: ci sono giorni in cui non abbiamo davvero voglia di metterci allo specchio e darci da fare con mascara, rossetto, matita, eccetera; e spesso sono i giorni in cui il nostro aspetto ne avrebbe più bisogno e magari abbiamo un appuntamento importante per cui non possiamo fare a meno di un po’ di aiuto cosmetico. La soluzione a questi problemi di pigrizia è il trucco permanente, una micropigmentazione molto simile a un tatuaggio. Dopo aver considerato con un professionista la possibilità di sottoporsi senza rischi per la pelle a questo trattamento, possiamo considerare in ultima analisi se fa per noi con una comoda lista di pro e contro, in una versione un po’ insolita dei nostri “do” e “don’t”.

Do – Se truccarsi è difficile
Il trucco permanente è una soluzione da tenere in considerazione se i nostri movimenti non sono particolarmente agili ma non vogliamo che questo ci impedisca di avere un aspetto curato. Fissare il make-up con una micropigmentazione fa sì che ci si possa svegliare ogni giorno con rossetto, eyeliner, sopracciglia perfette, senza alcuno sforzo.

Don’t – Se pensiamo di risolvere la questione per sempre
Si chiama “trucco permanente”, ma non dura davvero per sempre. Pur trattandosi di una sorta di tatuaggio, il naturale rinnovamento cellulare fa sì che questo con il tempo sbiadisca, perciò è necessario di tanto in tanto tornare dal nostro specialista di fiducia e far ritoccare il colore.

Do – Se i trucchi danno irritazioni o allergie
Non è detto che una persona allergica ai trucchi sia automaticamente allergica ai pigmenti usati nel trucco permanente; perciò, se dopo aver consultato il dermatologo riceviamo il via libera a questo trattamento, possiamo toglierci il pensiero una volta per tutte e smettere di preoccuparci di trovare un make-up che non ci dia problemi.

Don’t – Se i nostri gusti sono volubili
Una volta deciso il tipo di trucco da “tatuare”, il risultato è pressoché definitivo: perciò questa opzione non fa decisamente per noi, se siamo il tipo di persona che cambia look ogni giorno. Se invece per anni ci siamo truccate sempre nello stesso modo e non vediamo l’ora di risparmiare tempo al mattino rifacendo sempre gli stessi gesti, il trucco permanente è ciò che fa per noi!

Nonostante la ricerca beauty si evolva costantemente, il make-up permanente con micropigmentazione prevede un trucco che sostituisce soltanto la matita (o l’eyeliner), il rossetto, e i prodotti che definiscono forma e colore delle sopracciglia. Quindi una buona base va creata sempre usando i prodotti tradizionali; e – se non abbiamo voglia o bisogno di usare correttore, cipria o fondotinta – ricordiamoci che l’idratazione permanente non esiste ancora: non dimentichiamo mai di applicare la nostra crema giorno e una buona crema notte per mantenere la pelle – “truccata” o meno – sempre elastica.